CONSIGLIO COMUNALE: LA MAGGIORANZA ASSENTEISTA NON PERMETTE LA RIPRESA POMERIDIANA

Al Tognazzi di Velletri è in dirittura d’arrivo una pièce teatrale per promuovere la ricerca e la lotta contro i tumori
19 novembre 2018
Leone d'oro Premio Venezia
Ad Aleksandar Vučić il Leone d’Oro per la Pace: a Venezia la cerimonia di premiazione
27 novembre 2018

CONSIGLIO COMUNALE: LA MAGGIORANZA ASSENTEISTA NON PERMETTE LA RIPRESA POMERIDIANA

 

Alla ripresa pomeridiana del Consiglio Comunale di data odierna, la maggioranza diserta, facendo perdere tempo, discussioni e denaro.

Di Donatella Antonetti

 

Imbarazzante grave e senza spiegazione alcuna, la mancata presenza della maggioranza alla ripresa del Consiglio Comunale di questa mattina. Consiglio scivolato via fino all’interruzione dell’ora di pranzo, quando il Presidente del Consiglio ha dato appuntamento per la ripresa della seduta, alle ore 15.30. Presenza compatta quella dei Consiglieri di opposizione, evanescente quella della maggioranza tanto da non permettere il numero legale per lo svolgimento.

 

Non era bastato scambiare la sala Tersicore per la loro sezione di partito lo scorso 10 novembre, oggi si è assistito ad un episodio ancora più vergognoso con tutto il sapore di regime; la tanto predicata collaborazione con i cittadini, il tanto decantato mettersi a disposizione della popolazione, hanno lasciato il posto ad una irresponsabile ed arrogante decisione a non ripresentarsi in aula.

 

Presunzione e leggerezza, che si amalgamano molto bene a quella mancanza di rispetto verso tutti, verso i consiglieri d’opposizione presenti, verso le casse comunali che elargiscono i soldi per pagare il gettone di presenza, verso i cittadini che assistono in aula, verso i componenti del loro schieramento che, probabilmente in buona fede erano presenti oggi per continuare la discussione di alcune mozioni molto importanti (l’assenteismo forse era legato a questo?), ma soprattutto verso il loro elettorato.

Proprio il caso di dirlo: ‘passata la festa, gabbato lo santo’.