L’intransigente – Ecco i contenuti del nuovo numero

mondadori giovedì
Anna Sarfatti: “Così racconto la Costituzione ai bambini, partendo dalla loro realtà tutto è più efficace”
1 marzo 2018
Unitre Velletri marzo
Un marzo tutto da vivere all’Università delle Tre Età di Velletri
2 marzo 2018

L’intransigente – Ecco i contenuti del nuovo numero

A ridosso dei simbolici festeggiamenti per un anno dalla sua nascita, “L’intransigente” è già testimone del suo primo e fondamentale evento elettorale, e lo è nella sua versione “potenziata” con il doppio delle copie rispetto alle uscite di gennaio, una piccola grande soddisfazione per un prodotto editoriale che continua a crescere grazie all’affetto dei suoi sostenitori. Un agone politico, quello di questa domenica, che accanto agli ormai “famigerati” schieramenti ben lontani dagli interessi degli italiani, sembra preannunciare l’ascesa inarrestabile di CasaPound Italia, la cui missione è stata da noi più volte evidenziata su queste colonne cartacee e telematiche.

Sul fronte dei contenuti, ecco cosa troverete su questo numero marcatamente dedicato al 4 marzo. In primo luogo, un approfondimento sui due esponenti veliterni di CasaPound che concorreranno alle imminenti elezioni. Il primo è un nome ben noto tra i militanti e i simpatizzanti del movimento tartarugato, Paolo Felci, candidato alla Camera dei Deputati e già determinato a portare a casa un risultato degno di nota alle comunali di maggio, dove il suo nome già figura tra i candidati alla carica di Primo Cittadino. Il secondo ha invece sposato di recente la causa delle tartarughe frecciate, ma il suo impegno al servizio del sociale e della formazione a tutti i livelli è ben noto. Luciano Baietti, 71 anni e 15 lauree, forte di un record (quello del maggior numero di titoli accademici) che rende onore all’Italia nel mondo, ha “messo la faccia” al servizio di un’idea chiamata CasaPound Italia, unica alternativa in un’Italia martoriata da una politica lontana dai bisogni dei cittadini. Non manca inoltre un utile promemoria sul 4 marzo, con le tutte le indicazioni utili sulle modalità di voto a cura di Bruno Bernardis (per la cui versione integrale rimandiamo alla nostra piattaforma online). Pur se limitate a causa dell’ampio spazio dedicato all’appuntamento elettorale di questa domenica, non mancano le pagine dedicate alla cronaca e all’attualità, con servizi curati in particolare da Davide Brugnoli, tra cui spiccano i disagi creati dal maltempo e vili atti di crudeltà contro gli animali come la preparazione di polpette avvelenate. Di particolare interesse, una ricerca storica di Ombretta Colonnelli, nuova firma sulle nostre colonne, che ci dà modo di misurarci con il nostro passato attraverso il racconto di tre vite esemplari, tre soldati paracadutisti insigniti della Medaglia d’Oro al valor militare, sepolti presso il Civico Cimitero. Sempre in tema di cronaca, è Donatella Antonetti a firmare un approfondimento sulla delicata condizione dell’Ospedale di Velletri.

Come ogni numero, infine, ben due pagine di sport daranno modo di mettere in luce le pregevoli prestazioni degli atleti veliterni. Ampio spazio abbiamo riservato ad un evento che ad ogni edizione non manca di emozionare la cittadinanza: il Memorial “Vittorio Recine”, dedicato al giovane scomparso nove anni fa, organizzato nel centro sportivo a lui dedicato, in collaborazione tra la famiglia e la Vjs Velletri. Questo e molto altro ciò che troverete nell’edizione che stringete tra le mani, per altre 12 pagine di pura intransigenza nello stile che ci contraddistingue.