Detenuto tenta suicidio al Carcere di Velletri 

Velletri, emergenza scuole allagate!
23 febbraio 2018
velletri paracadutisti medaglia d'oro
La storia di tre Medaglie d’Oro sepolte a Velletri
24 febbraio 2018

Detenuto tenta suicidio al Carcere di Velletri 

carcere velletri

È stato salvato in tempo dalla Polizia Penitenziaria nella tarda serata di ieri  un detenuto Italiano di anni 40 recluso nel carcere di Velletri, il quale ha tentato di togliersi la vita dopo essere stato visitato in infermeria dal medico di turno. Sembrerebbe che il detenuto prima del gesto estremo avrebbe chiesto di essere visitato presso l’infermeria del carcere per chiedere al medico di turno qualche sedativo in quanto nervoso per i suoi problemi familiari. Il detenuto, a quanto pare dopo essere stato visitato dal medico, uscendo dall’infermeria si è scagliato in pochissimi secondi contro le inferiate del primo cancello che ha trovato e legandosi rapidamente  con una corda rudimentale al collo si è appeso alle inferiate lasciandosi cadere a peso morto.

Grazie al tempestivo intervento dell’assistente che in quel momento coordinava le visite, il detenuto è stato salvato , grazie anche ai medici ed infermieri che con alta professionalità hanno  avviato tutte le precedere d’emergenza. La notizia è stata data dai sindacalisti dell’Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli, che da anni denunciano le condizioni disperate in cui si trovano a lavorare tutti gli Operatori Penitenziari.

Il Penitenziario di Velletri – denunciano i sindacalisti – è diventato una vera e propria polveriere pronta ad esplodere, la mancanza di personale e l’egoismo dell’ Amministrazione – continua Borrelli – sono l’innesto all’esplosione”.

Al danno si aggiunge anche la beffa – commenta Olanda – in questo momento difficile  il Dap ha disposto il rientro in sede circa 19 agenti  con l’ aggravante di non rimpiazzare gli Agenti  con un’adeguata sostituzione. Su quest’ultima problematica abbiamo sensibilizzato il Provveditore – conclude Olanda – con una nota  trasmessa nei giorni scorsi dove gli abbiamo illustrato e chiesto un suo tempestivo intervento nell’ ambito delle sue competenze sulle reali e gravissime problematiche che coinvolgono il Penitenziario di Velletri, che più volte denunciate sono ancora in attesa di soluzione“.