Calcio ed emozioni nel ricordo di Aldo Rosati

Velletri Cardinali campo
Degrado al campetto della scuola C. Cardinali
12 febbraio 2018
Foto Settore Est
Vjs Velletri, la proposta della Banda Volsca: “Vedere il Settore Est abbandonato ci fa male, ci proponiamo per la manutenzione di tutto lo spazio”
12 febbraio 2018

Calcio ed emozioni nel ricordo di Aldo Rosati

foto ricordo memorial Aldo Rosati

Si è svolto domenica 11 febbraio, presso il G. Scavo, il primo Memorial dedicato al compianto Aldo Rosati

Un gruppo di amici. Un pallone che rotola. Un manto verde, e soprattutto tante emozioni. Sono stati questi gli ingredienti del primo Memorial dedicato ad Aldo Rosati, compianto cittadino veliterno scomparso circa un anno fa a soli 57 anni. Aldo, conosciuto da tutti col soprannome di “Palletta”, oltre ad essere molto amato dalla comunità, anche per via della sua storica edicola di Viale Oberdan, era un grande sportivo, in particolar modo appassionato di podismo.

E così, la famiglia e chi gli voleva bene, hanno deciso di ricordarlo nel modo che forse preferiva: tanti amici e una partita di pallone. Nello specifico, il primo Memorial dedicato ad Aldo Rosati, ha visto protagoniste due compagini, formate da amici e conoscenti. Giovani e meno giovani. Le due squadre sono state divise proprio in base all’età anagrafica. E se in certe partite il risultato equivale a zero, va detto, per onor di cronaca, che i più giovani hanno dato parecchio filo da torcere agli “avversari”, soprattutto nel finale, quando la stanchezza cominciava a farsi sentire sulle gambe. E nonostante il grande freddo, per oltre un’ora di gioco i 22 in campo si sono “dati battaglia”, tra qualche ottimo gesto tecnico e qualche giocata un po’ arrugginita.

 Chiaramente presente tutta la famiglia, dai figli AndreaGianmarco e Matteo, alla moglie Antonella. Al termine del match proprio i figli hanno voluto ringraziare personalmente tutti i presenti, per poi immortalare questo primo ricordo di Aldo con una bella foto di gruppo. Alla famiglia sono stati donati anche un mazzo di fiori ed una targa, a ricordo di questo primo Meorial, con la certezza che non sarà l’ultimo. Un saluto doveroso ad un grande sportivo, ad una persona amata e rispettata da tutti. Nel ricordo di Aldo Rosati, semplicemente “Palletta”.

Federico Leoni