Velitrum, cronaca di una stagione esaltante

Di Zazzo F&D Velletri
Pallanuoto, F&D H20 – L’intervista a Mister Di Zazzo
14 maggio 2017
pronto soccorso paolo colombo velletri
Disagi senza fine per il “Paolo Colombo” di Velletri; pazienti e sindacati sul piede di guerra
15 maggio 2017

Velitrum, cronaca di una stagione esaltante

Velitrum velletri

Secondo posto finale, in coabitazione con il C.S Primavera, per la società biancorossoblù di Velletri, che centra la promozione al primo colpo

Velitrum velletriChapeau per il Velitrum. La formazione veliterna, infatti, con la vittoria per 1 a 2 sul campo del Cretarossa, sale a quota 63 punti, restando aggrappata a quel secondo posto, in coabitazione con gli apriliani, che vuol dire comunque tanto, nonostante la differenza reti non premi la squadra di Velletri. Vuol dire essere ripagati dopo una stagione dura, dopo i passi falsi e dopo le critiche. È una seconda piazza importantissima, che quasi sicuramente varrà la promozione in Prima Categoria. Si attendono i ripescaggi estivi, ma dovrebbero essere una pura formalità. Resta comunque un risultato, questo, insperato fino a qualche mese fa, e che proietta i biancorossi diritti nella storia. La promozione al primo anno di Seconda Categoria, infatti, non verrà dimenticata facilmente.

Per la matematica, era necessario battere il Cretarossa, compito non semplice dopo il deludente pareggio contro il C.S Primavera. In quel di Nettuno i veliterni passano 1-2. Decisive le marcature di Andrea Montellanico e Mastrantonio. A fine gara poi la gioia, a coronamento di un’annata esaltante. Esaltante, seppur tra mille ostacoli. Una stagione partita ad inizio settembre, tra tanti dubbi ed una squadra da crescere. Ecco dov’è stata la bravura del tecnico Marco De Rossi, che ha saputo gestire oltre 25 giocatori, arrivando a creare un gruppo solido. Velitrum che è riuscito ad uscire indenne anche dall’urna settembrina, che ha posto i veliterni nel girone peggiore, quello H. La difficoltà del campionato, infatti, è dimostrata dal fatto che le prime 6 della graduatoria sono divise da appena 5 punti. Tante compagini forti, e con un unico obiettivo: quello di vincere. C’è l’hanno fatta Tor Marancio (primo), e C.S Primavera (secondo a pari punti); tutte le altre però, si sono inchinate al Velitrum, che si è messo alle spalle squadre attrezzate come Tor de Cenci, G. Castello, Cecchina e Lanuvio.

Dalla prima vittoria sul campo del Vigor Mellis, alla vittoria di Nettuno, è cambiata tanto la formazione veliterna. Dopo un girone d’andata fatto da alti e bassi, con 4 sconfitte in 15 gare, infatti, nel girone di ritorno la squadra di De Rossi ha letteralmente incantato, anche grazie ad innesti importanti provenienti dal mercato. Un girone di ritorno da applausi quindi, fatto da 11 vittorie, 3 pareggi ed appena 1 sconfitta, sull’impraticabile campo di Tor de Cenci. Il punto più alto, invece, alla seconda giornata di ritorno, quando il Velitrum ha annientato 0 a 5 il Tormarancio, poi vincitore. È lì che i ragazzi di De Rossi hanno capito di essere una grande squadra, e di potersela giocare contro chiunque. Hanno avuto la sensazione che qualcosa di importante poteva essere fatto. E di fatto così è stato. Dopo una cavalcata entusiasmante, infatti, si arriva alla penultima giornata. Allo Scavo c’è il C.S Primavera, in una gara che vale il secondo posto. A regnare è la tensione, e alla fine finisce in parità. Un pareggio che sta meglio agli apriliani, con gli stessi punti dei veliterni ma con una differenza reti migliore.  C’è rammarico, ma quel che conta è l’ultima giornata, che il Velitrum, come detto, fa sua, accedendo alla categoria superiore dalla porta di servizio.

Una promozione che simboleggia il grande lavoro svolto dalla società. Una società giovane e mossa dalla passione, dal desiderio di riportare a Velletri un calcio importante, simboleggiato dal sentimento versa la squadra e verso la città. Grande plauso anche al tecnico Marco De Rossi, e al suo vice Fabio Medici. Infine merito ai giocatori, veri artefici di questa impresa.

Archiviata quindi la stagione, la migliore finora della sua giovane storia, si pensa subito al futuro in casa Velitrum. Con la consapevolezza che questa promozione non dovrà essere un punto d’arrivo, ma un punto di partenza su cui costruire un domani raggiante.

Federico Leoni